Il gioco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza patologica. | Probabilità di vincita

Gioca a poker

OS icon

Download

Poker cellulare

icon-mobile

Poker cellulare

Non sei ancora un nostro cliente?

Registrati ora e comincia a giocare a poker.

Le origini

Le origini del poker sono ancora oggetto di discussione da parte degli storici che si interessano al gioco. Le tracce che guidano il lavoro di indagine storica vanno dalla possibile etimologia della parola "poker" ad alcuni aspetti caratteristici del gioco, quali il bluff e la puntata.

Alcuni storici fanno risalire il poker al Pochspiel, gioco tedesco del XV° secolo, altri al Primero del XVI° secolo, gioco diffuso nell’Europa rinascimentale nelle famose varianti regionali di Spagna, Inghilterra e Italia. I giochi francesi Poque e Brelan e il gioco di carte persiano As Nas vantano una storia secolare e sono considerati antenati del poker moderno per le similitudini che presentano, rispettivamente la tecnica del bluff e la graduatoria delle mani.

Malgrado i dibattiti ancora aperti sulle prime forme del poker moderno, è risaputo che predecedenti del gioco odierno erano diffusi a bordo dei battelli a vapore, che, nel XIX° secolo, solcavano le acque del fiume Mississippi. Ciò che distingueva questi giochi dai predecedenti più antichi era il ricorso a un sistema organizzato di puntate.

Lo stretto legame emerso tra lo sviluppo del poker e la formazione degli Stati Uniti ha portato molti a considerare il poker un gioco propriamente americano. Le varianti del poker giocate a bordo dei battelli sul Mississippi si diffusero negli Stati Uniti seguendo le vie aperte dai pionieri e trovarono una dimora stabile nelle città di frontiera e nei saloon del Far West.

Pare che, durante la guerra civile americana, il poker godesse di grande popolarità tra i soldati e che molti abbiano continuato a giocarci anche dopo il ritorno a casa. Nel tempo, il poker si è arricchito di varianti regionali e nuovi elementi, molti dei quali trovano riscontro nella letteratura dell’epoca. Ciò ha permesso lo sviluppo di un gergo specifico, condiviso dagli appassionati di poker.

Molte di queste espressioni gergali sono entrate nell’uso comune: "Poker face", "blue chip", "alzare la posta", "asso nella manica", "jolly", "scoprire le carte in tavola", "incassare" e "alla resa dei conti" vengono da tempo usate nel linguaggio di tutti i giorni.

La tendenza a associare il poker al Far West, terra di fuorilegge per antonomasia, e a altri giochi di carte tipici del casinò, in cui per vincere occorre solo fortuna, finì per mettere in cattiva luce questo gioco, costretto quindi a vivere in clandestinità.

Il poker cominciò a uscire dall’ombra con la legalizzazione del gaming negli anni '30 in alcuni stati degli USA, più precisamente nel Nevada, la terra di Las Vegas e Reno.

Con lo sviluppo di Las Vegas, l’opinione pubblica cominciò a guardare al poker con nuovo interesse. Tuttavia negli anni '60 i tavoli da poker erano ancora pochi, se ne contavano solo una settantina in tutto lo stato del Nevada. Solo per rendere l'idea: su bwin sono disponibili centinaia di tavoli da poker, a tutte le ore.

Gioco Digitale è una piattaforma di gaming online di bwin Italia s.r.l e opera sul territorio italiano con la concessione AAMS per il gioco a distanza n. 15028.
AAMS - Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato - regola il comparto del gioco pubblico in Italia: per maggiori informazioni consulta il sito http://www.aams.gov.it