Il gioco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza patologica. | Probabilità di vincita

  • Utilizziamo cookie nostri e di terze parti per migliorare i nostri servizi, analizzare e personalizzare le tue preferenze e mostrarti annunci contestuali. Continuando la navigazione, accetterai automaticamente l’utilizzo dei cookie: puoi modificare le impostazioni e ottenere maggiori informazioni nella nostra sezione Informativa sulla privacy e i cookie.

Gioca a poker

OS icon

Download

Gioca subito

Poker cellulare

icon-mobile

Poker cellulare

Non sei ancora un nostro cliente?

Registrati ora e comincia a giocare a poker.

Omaha

Panoramica

Carte distribuite a ogni giocatore 4 coperte
Carte comuni distribuite 5
Numero dei giri di puntate 4
Limiti Limite fisso
Limite del piatto
Senza limite
Bui o inviti Bui
A prima vista, l’Omaha assomiglia molto al Texas Holdem. Ma nell’Omaha ogni giocatore riceve quattro carte, il che dà al gioco una complessità interessante.

Il gioco

Nell’Omaha si ricevono quattro carte coperte che gli altri giocatori non possono vedere. Quindi, a seguire nella mano, si distribuiscono cinque carte scoperte sul banco. Queste sono le carte comuni che tutti i giocatori possono utilizzare per formare una mano di poker di cinque carte.

Quando sono finite tutte le carte, si devono utilizzare due delle carte coperte e combinarle con le tre carte comuni con lo scopo di formare la migliore mano di poker possibile.

Bui

L’Omaha si gioca coi bui. Prima che le carte siano distribuite, i primi due giocatori a destra del mazziere piazzano un piccolo e grande buio per creare un piatto di partenza.

La distribuzione delle carte

Quando i bui sono stati piazzati, a ogni giocatore sono distribuite quattro carte coperte.

Quindi avviene il primo giro di puntate, che inizia col giocatore a sinistra del grande buio.

Flop

Quando è finito il primo giro di puntate, si distribuiscono tre carte scoperte sul tavolo. Queste carte si chiamano “flop”.

Quindi avviene il secondo giro di puntate, che inizia con il primo giocatore a sinistra del mazziere e che è ancora in gioco.

Turn (fourth street)

Dopo il secondo giro di puntate, si distribuisce la quarta carta comune. Questa carta si chiama “turn”.

Quindi avviene il terzo giro di puntate, che inizia con il primo giocatore a sinistra del mazziere e che è ancora in gioco.

River (fifth street)

La quinta e ultima carta comune si chiama “river”. Ora la mano è conclusa dal quarto e ultimo giro di puntate, che inizia di nuovo con il primo giocatore a sinistra del mazziere e che è ancora in gioco.

Si scoprono le carte se più di un giocatore resta in gioco una volta fatte le puntate.

Piatti divisi

Se due o più giocatori hanno una mano di cinque carte di pari valore, il piatto viene diviso in parti uguali fra i giocatori interessati. Nel caso che un piatto non si possa dividere perfettamente, l'importo extra sarà assegnato al giocatore più vicino alla posizione del piccolo buio in senso orario.

Malfunzionamenti e disconnessioni

In caso di malfunzionamenti o disconnessioni, la situazione verrà risolta conformemente alla nostra Politica di disconnessione e di annullamento.

Consigli di gioco per l’Omaha

Quattro carte uguali - una facile tentazione!

Nell’Omaha, prendere quattro carte coperte e riuscire ad avere una mano fortunata non è semplice perché si possono utilizzare solo due di queste carte. Se, per esempio, le carte coperte sono quattro re, non si hanno quattro carte uguali, cioè un poker! Infatti, non si può neanche fare tris perché il re non può arrivare al banco.

Oppure se si hanno quattro cuori le chance di fare colore sono peggiori di quelle che si avrebbero con soli due cuori. Se si hanno due cuori e due picche nella propria mano, le chance di fare colore sono sicuramente migliori.

Quindi, non bisogna lasciarsi trarre in inganno quando ci si imbatte in una mano fantastica a Omaha.

Tentativi di fare scala

Dopo il flop nel Texas Hold’em, una mano compiuta (per esempio un tris) è di solito la favorita contro una mano mediocre (per esempio prendere dal mazzo quattro carte per formare una scala). Questo non è il caso dell’Omaha, perché ci sono molti modi di costruire una mano davvero forte. Con questi tentativi si possono fare molte puntate.

Per esempio, se si ha 10-9-6-5 e il flop diventa K-8-7, ci sono 20 carte che faranno una scala se esse arrivano al turn o river: quattro 4, tre 5, tre 6, tre 9, tre 10 e quattro jack.

Con asso di cuori, re di picche, dieci di cuori, nove di picche e un flop di regina di cuori, jack di cuori e tre di fiori, ci sono 22 carte con cui tentare di fare scala o colore. 16 carte formerebbero una scala: quattro 8, tre 9, tre 10, tre re e tre assi. Le nove carte di cuori rimanenti darebbero colore, ma tre di loro sarebbero già state contate perché danno anche una scala: 8 di cuori, 9 di cuori e re di cuori.

In entrambi i casi, si hanno chance uguali o migliori di un giocatore che ha fatto tris sul flop.

Mani iniziali con carte a incastro

Con quattro carte, ci sono molte più combinazioni possibili che con due carte. Poiché tutte e quattro le carte possono essere combinate con qualsiasi delle altre tre carte, una mano di Omaha non è come due mani di Texas, ma come sei. Quindi, nell’Omaha bisogna stare attenti alle mani dove tutte quattro le carte in qualche modo si incastrano.

Gioco Digitale è una piattaforma di gaming online di bwin Italia s.r.l e opera sul territorio italiano con la concessione AAMS per il gioco a distanza n. 15028.
AAMS - Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato - regola il comparto del gioco pubblico in Italia: per maggiori informazioni consulta il sito http://www.aams.gov.it